Occorre verificare con esperti la correttezza delle comunicazioni ricevute dall’Istituto e la loro idoneità ad indurmi in errore valutando la sussistenza dei presupposti per chiedere all’Istituto un risarcimento dei danni eventualmente sofferti.