Potrebbe non essere giustificato. Il licenziamento costituisce la massima sanzione disciplinare espulsiva e deve essere proporzionato ed adeguato alla gravità dei comportamenti tempestivamente contestati al dipendente.